GIUSTIZIA; PANSINI (ANF): LA GIUSTIZIA CIVILE NON SI RIFORMA A COLPI DI DECRETI LEGGE. NIENTE GIOCHI POLITICI SU DIRITTI DELLE PERSONE

“Stupisce e preoccupa la notizia secondo la quale da parte del Ministro della Giustizia Bonafede vi sia l’intenzione di proporre un decreto-legge, l’ennesimo, sulla giustizia civile, utilizzandolo quale “segnale” politico per parlare alla maggioranza attuale o ad una ipotetica futura. Tutto ciò mentre la Commissione Giustizia del Senato da mesi discute del disegno di legge AS 1662 per l’efficienza del processo civile e per la revisione della disciplina degli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie, è in corso la discussione per un reale piano di interventi a lungo termine per riformare la giustizia nell’ambito del Recovery Plan e sono in ballo due miliardi di euro, oltre al miliardo connesso agli stanziamenti della Legge di Bilancio. Va assolutamente evitato il rischio che un decreto-legge adottato in un contesto di oggettiva incertezza e confusione possa generare pasticci normativi pregiudicando il funzionamento del comparto giustizia e un migliore utilizzo delle risorse umane e finanziarie”.

Lo dichiara il segretario generale dell’Associazione Nazionale Forense Luigi Pansini.