Riforma del processo esecutivo : la voce degli avvocati al tavolo dei lavori

Il tavolo permanente al Ministero della Giustizia “Doing business: profili regolatori” considera l’ accelerazione delle procedure esecutive nell’ ambito del processo civile tappa obbligatoria di un percorso che intende sfoltire i troppi ostacoli all’ attività di impresa nel nostro Paese e renderlo nuovamente appetitoso per i capitali stranieri , lo sdegno suscitato dall’ esclusione dai lavori delle professioni legali ha sortito l’ effetto sperato. Resosi conto della “svista” macroscopica, il Governo si decide finalmente a coinvolgere gli avvocati nell’ opera di snellimento e oliatura della macchina della giustizia civile in Italia. Assieme al proprio capo di segreteria magistrato Carmelo Barbieri il sottosegretario alla Giustizia Andrea Zoppini, che della lacunosa composizione del tavolo aveva dovuto rispondere direttamente all commissione giustizia del Senato, ha convocato pertanto un incontro con i vertici delle rappresentanze istituzionali e associative dell’ avvocatura| il prof. Romano Vaccarella in rappresentanza del CNF, il segretario generale dell’ ANF Ester Perifano, il presidente dell’ OUA Maurizio de Tilla, il presidente dell’ unione nazionale del camere civili Renzo Menoni e il presidente dell’ Aiga Dario Greco. La voce autorevole dell’ esperienza sul campo ha ovviamente dato una spinta sostanziosa al procedere dei lavori, dall’ incontro sono emersi infatti i contorni delle aree di intervento da cui iniziare l’ opera di riforma del processo esecutivo, ovvero la modifica del ruolo e delle funzioni degli ufficiali giudiziari abbinata alla proporzione del loro compenso ai risultati ottenuti, il contenimento degli attualmente proibitivi costi delle procedure, la necessità di una revisione dell ‘ eccessivamente complesso meccanismo delle aste giudiziarie, la possibilità di vincolare i costi processuali al valore e all’ esito delle esecuzioni. Il contributo tecnico e di merito dell’ avvocatura è stato tale che difficilmente il Governo potrà privarsene le volte in cui ci sarà da occuparsi di riforma della giustizia, tanto che i suoi rappresentanti sono stati già riconvocati per il prossimo 22 Maggio.

 

NON SEI ASSOCIATO AD ANF?

Scopri il nostro statuto e invia subito la tua domanda di iscrizione.

ANF Associazione Nazionale Forense

Press room

Esclusivamente per rapporti con la stampa