21.10.20 Il Dubbio – Europa e diritti. Un webinar sul ruolo essenziale dell’avvocatura

IL CONVEGNO
Un evento sulla Carta di Nizza: è quello che si terrà nei giorni 23 e 24 ottobre 2020, con il webinar dal titolo “Lawyers4Rights: la carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea. Il ruolo delle professioni legali”. Il webinar, in lingua italiana ed inglese, è organizzato dall’AnfAssociazione Nazionale Forense, nell’ambito del progetto europeo Lawyers4Rights, co-finanziato dalla Commissione europea con il Programma giustizia 2014-2020 e patrocinato dal Consiglio nazionale forense. Il progetto europeo “Lawyers4Rights” è realizzato, in partnership, dall’Anf, dalla Bulgarian Lawyers for Human Rights Foundation, dall’Ordine degli avvocati di Milano, dall’Università di Burgos (Spagna), dal Consejo de Abogacìa Espanola e da Confprofessioni. Il progetto e il webinar perseguono l’obiettivo di formare gli operatori del diritto sulla necessaria cooperazione tra le istituzioni degli Stati membri e le professioni legali, soffermandosi sugli elementi essenziali del diritto europeo delle giurisdizioni correlate e su casi di studio sull’applicazione della Carta di Nizza. Nel corso del webinar interverranno, tra gli altri, il Giudice della Corte costituzionale Francesco Viganò; l’avvocata Diliana Markova, executive manager dell’associazione bulgara capofila del progetto, il consigliere del Cnf Francesco Caia, gli avvocati Nicola Canestrini e Eva Massa Arranz, Project Officer presso il Consiglio d’Europa. «Un motivo di soddisfazione per l’Anf – commenta il segretario generale Luigi Pansini – perché il progetto europeo conferma l’attenzione e la sensibilità dell’associazione rispetto ai diritti fondamentali e ai diritti umani e al ruolo degli avvocati nella loro affermazione e tutela, la dimensione sovranazionale di Anf e la sua capacità di collaborare (per i seminari italiani, spagnoli e bulgari e per il policy statement che ne seguirà e che sarà portato all’attenzione delle istituzioni europee) con amici e colleghi stranieri ai quali va il nostro ringraziamento per il coinvolgimento e la realizzazione del progetto. L’Europa come entità unica sta affrontando e affronterà sfide importanti per giungere al progetto ideato dai padri fondatori e a distanza di venti anni dalla proclamazione della Carta di Nizza occorre, da parte delle istituzioni nazionale ed europee e da parte degli operatori del diritto, con un ruolo fondamentale dell’avvocatura, un impegno sempre maggiore per affermarne e a tutelarne i valori, i principi e i diritti».