Avanti con le assunzioni di giudici e amministrativi

La Stampa – 

Leggi chiare e processi più veloci. L’obiettivo è assicurare una significativa riduzione e una maggiore prevedibilità dei tempi della giustizia, per restituire ai cittadini e agli investitori fiducia nel sistema giudiziario. La via maestra è completare la riforma del processo civile e penale, implementare il nuovo processo tributario e arrivare finalmente a definire regole diverse per il funzionamento del Csm. Avanti con la digitalizzazione degli atti e l’eliminazione degli oneri per magistrati e avvocati, grazie all’uso della tecnologia. Assunzioni di personale e giudici. Si lavorerà a norme di contrasto a fenomeni illeciti in ambito agro-alimentare, con un controllo rafforzato sull’importazione da Paesi extra Ue. Possibile l’introduzione di reati come il disastro sanitario o l’immissione nel mercato di prodotti potenzialmente nocivi per i consumatori. L’edilizia penitenziaria gioca un ruolo fondamentale per migliorare le condizioni di lavoro degli operatori, dei detenuti e innalzare il livello generale di sicurezza. Si terrà conto maggiormente delle esigenze delle detenute madri, proseguirà la sperimentazione dei video-colloqui, realizzando spazi idonei ad assicurare una permanenza non traumatica ai minori che accedono temporaneamente negli istituti penitenziari. La piena funzionalità del sistema è legata al completamento della pianta organica del Corpo di Polizia, che risente di oltre 3.700 posizioni scoperte nelle carceri.